Gli specchi, se ben posizionati, possono essere un ottimo metodo per fornire una percezione più ampia degli spazi all’interno di un appartamento. Si tratta di una tecnica sempre più utilizzata tra gli interior design, applicata soprattutto nelle case non particolarmente grandi.

È un metodo però che richiede molta attenzione e soprattutto la conoscenza di una serie di trucchi per il posizionamento corretto. Ecco perché in seguito cercheremo di capire quali sono le principali tecniche per ampliare gli spazi della propria abitazione attraverso gli specchi.

Le funzioni dello specchio

Gli specchi possono essere dei veri e propri elementi di arredo. Infatti sul mercato esistono modelli molto raffinati che riescono a dare uno stile unico al proprio appartamento. Ma oltre ad una funzione puramente estetica, ciò che contraddistingue uno specchio è la funzionalità, termine che va inteso non solo come la possibilità che offre questo oggetto di ammirarsi al suo interno, ma anche come la sua capacità di influire sulla luminosità e sulla percezione degli spazi all’interno di un determinato ambiente.

Infatti, attraverso i giochi di luce, tramite gli specchi è possibile illuminare posti di una casa o di un ufficio che non possono essere raggiunti dalla luce solare. Ma la funzione principale di cui ci occuperemo in questo articolo riguarda la possibilità di ampliare gli spazi attraverso il posizionamento degli specchi.

Specchi per dare profondità

Per fornire la massima profondità all’ambiente, c’è una regola fondamentale da seguire: non posizionare gli specchi in basso. Infatti in questo caso si corre il rischio di “rimpicciolire” ancora di più la stanza. Gli specchi vanno invece posti ad un’altezza pari o poco superiore a quella media di una persona, circa 170 cm da terra.

A tal proposito ci sono diversi modelli che si possono trovare sul mercato, ognuno dei quali possiede forme e caratteristiche differenti. I prodotti più adatti a fornire maggiore profondità sono realizzati in forma rettangolare. Tuttavia, è da specificare che l’effetto derivante dal posizionamento degli specchi varia anche in base alla camera, motivo per il quale ora esamineremo nello specifico come fissarli nelle principali  stanze.

Bagno e cucina: come fissare gli specchi

Se c’è una stanza in cui uno specchio è essenziale è senza dubbio il bagno. Ma anche in questo caso bisogna fare attenzione a come posizionarli. Una buona soluzione potrebbe essere quella di fissare due specchi abbastanza grandi, in grado quindi fornire uno spessore maggiore all’intera stanza. In alternativa si possono utilizzare un pensile con anta a specchio, un muro di specchi oppure, sfruttando la propria creatività, si può realizzare un gioco di riflessi con i box doccia in vetro.

Una stanza invece in cui raramente si trovano gli specchi è la cucina, ma questo non significa affatto che non siano utili anche in questo caso. Una cucina lunga e stretta ad esempio, se abbinata ad uno specchio che si estende per tutta la parete, potrà sembrare decisamente più grande. In questo modo poi lo specchio potrà fungere anche come paraschizzi.

Gli specchi possono essere anche posizionati sopra i divani, soprattutto se di fronte vi è una parete attrezzata o una libreria. In questo caso è consigliato fissare uno specchio abbastanza grande, in maniera tale che, oltre ad ampliare gli spazi, si dona anche un tocco di raffinatezza alla propria abitazione.

Lo specchio in camera va messo?

Chiudiamo l’articolo con un dubbio che attanaglia molte persone: lo specchio va posizionato anche in camera da letto? La risposta in questo caso è assolutamente sì. Oltre ad essere un oggetto molto comodo da avere nella stanza dove di solito ci si veste, lo specchio può aiutare ad allargare gli spazi anche in questa parte della casa. In particolare possono risultare molto utili gli specchi posizionati sulle ante degli armadi, facendo riflettere così tutta la camera e fornendo quindi una sensazione di spazio maggiore. Possono rappresentare un’ottima soluzione anche uno specchio verticale fissato ad una parete oppure due specchi dietro i comodini.