Arredare una casa significa effettuare molte decisioni.
Arredare un bagno significa effettuarne un bel numero.

Anche solo scegliere la doccia giusta è impegnativo. Ci sono infatti tante variabili a cui pensare.
La prima decisione da prendere è se optare o meno per una doccia walk in.

Il box doccia walk in è un modello molto in voga attualmente ed è anche incredibilmente comodo. Dall’effetto contemporaneo e super moderno, questa opzione è sempre più presa in considerazione.

Si tratta di un elemento che definisce lo spazio, vale a dire quello impegnato dalla doccia, ma che a occhio sembra un open space, uno spazio libero, non occupato. Ciò perché l’effetto walk in non interrompe lo spazio adibito al bagno e non definisce in maniera forte la cabina. Lascia infatti un elegante effetto aperto che non sembra interrompere e segnare la metratura del bagno con un imponente elemento sanitario.

E questo lo fa facendo proseguire la pavimentazione e delineando l’ambiente della doccia mediante un vetro trasparente, che a occhio sparisce.
Sebbene siano tutte diverse tra loro, le doccia walk in sono tipicamente spaziose.

Una doccia walk in è molto facile da pulire, poiché senza strane porte, senza scorrimenti che ne compromettono la pulizia e con una parete rappresentata dal muro del bagno.

L’eleganza del servizio non è collegata al prezzo alto. Infatti una doccia di questo tipo è abbastanza economica da acquistare. E al contempo è anche molto semplice da installare.

Una doccia walk in abbatte sicuramente maggiori barriere rispetto alle classiche, risultando più inclusiva.

Di contro, essendo raso terra, può esserci qualche fuoriuscita d’acqua. Ma, poiché ben progettate, si tratta soltanto di qualche goccia sporadica.
E, se l’ambiente è freddo e il bagno non viene precedentemente riscaldato, questo tipo di doccia fa sentire più freddo di una classica.