Sempre più persone, in Italia e nel mondo, stanno optando per una casa piccola, a volte davvero minuscola, “tiny“, come direbbero gli americani, che sia ubicata in pieno centro, a contatto con tutti i servizi che si possano desiderare, o arroccata su una montagna, nel verde incontaminato e nell’assoluta indipendenza.

Ci siamo già occupati dell’arredamento di una casa dalle proporzioni molto ristrette, ma quali sono, invece, gli errori che assolutamente bisogna evitare?

Cerchiamo di fare una breve panoramica.

Tappeti e tende

Non c’è alcun dubbio che tappeti e tende siano complementi d’arredo perfetti per completare l’assetto di casa, ma bisogna sceglierli oculatamente, soprattutto in una “Tiny Home“.

Niente colori scuri, niente dimensioni micro: può sembrar strano, ma tende medio-lunghe (né da finestra né da balcone, per intenderci), che per pochi centimetri non arrivano al pavimento, sono in grado di “accorciare” le altezze, esattamente come un tappetino di dimensioni insufficienti, che non colmino un grande spazio o persino tutta la stanza, può dare l’idea di una metratura ancora più piccola. Abbondate con i centimetri, riempite angoli, mura e finestre e l’atmosfera sarà perfetta!

Illuminazione

I punti luce sono tutto, anche in uno spazio minuscolo: se, quindi, avete poche aperture o sono mal distribuite, non disperate! Potete installare faretti, lampade, plafoniere, appliques, insomma tutto ciò che può aiutare ad illuminare proprio nei punti strategici desiderati!

Inoltre, è possibile giocare con gli specchi, utilizzandoli in corridoi, spazi cechi e senza finestre: sapranno fare miracoli.

Quadri e decori da parete

Chi ama le mura interne “vestite” non potrà fare a meno di appendere quadri e stampe o di attaccare decorazioni da parete: non c’è nulla di vietato… a parte le cornici troppo barocche ed eccessive, che rischierebbero solo di catalizzare (negativamente) l’attenzione, “mangiando” lo spazio circostante. Plexiglass, cornici sottili e minimal saranno escamotage perfetti per mostrare le vostre opere preferite senza rovinare l’atmosfera di casa.

Niente caos, meglio l’ordine

Se siete persone molto affaccendate e che hanno poco tempo da dedicare all’ordine in casa, è giusto premunirsi: meglio evitare appendiabiti a vista, ad esempio, dove ben presto si accumulerebbero soltanto giacche, guanti e cappelli in quantità industriale, e pensare ad alternative più intime e chiuse da ante, dove poter “lanciare” tutto ciò che si vuole… senza lasciare la casa in disordine!
A mettere a posto all’interno degli armadi ci penserete, poi, quando avrete tempo, con una sana opera di decluttering!