Una casa ben arredata e curata nei minimi dettagli è il miglior biglietto da visita. Per questo motivo ogni componente dell’arredamento deve essere scelto con dovizia di particolari.

Tra gli oggetti da scegliere con estrema attenzione ci sono sicuramente le sedie, fondamentali per fornire un design moderno e di classe al proprio appartamento. Tuttavia, capire qual è il modello giusto per la propria casa è un’operazione tutt’altro che semplice. Infatti, sul mercato ci sono diverse tipologie di sedie e può essere complicato scegliere quella più adatta alle proprie esigenze e più conforme allo stile dell’arredamento del proprio appartamento.

Ecco perché in questo articolo cercheremo di capire quali sono i criteri alla base della scelta di una sedia per la casa.

Come scegliere una sedia per la casa

Come abbiamo già affermato, sul mercato sono disponibili diversi modelli di sedie, ognuna con caratteristiche particolari. Pertanto, è necessario valutare, prima dell’acquisto, una serie di fattori per effettuare la giusta scelta economica. Tuttavia, è da sottolineare anche che la selezione dipende anche dalle finalità d’uso della sedia e in particolare dalla stanza in cui essa verrà riposta. Ad esempio, in circolazione ci sono sedie specifiche per il soggiorno, per la cucina e per qualsiasi altra stanza. 

 In generale, i fattori a cui bisogna prestare attenzione sono i seguenti:

  • Materiali
  • Dimensioni
  • Design
  • Tavolo da cucina

Materiali

Una sedia per la casa deve essere realizzata con materiali sicuri e resistenti. Essendo infatti uno degli oggetti più utilizzati è necessario che siano scelti soprattutto in base alla loro capacità di durare nel tempo.

I modelli più diffusi sono solitamente realizzati in plastica, cuoio, ecopelle oppure in tessuti sintetici antimacchia. Possono rappresentare però una buona idea anche le sedie in fibra di legno, un materiale idrorepellente, anallergico e soprattutto igienico. Infatti tra le caratteristiche che deve necessariamente avere un buon modello rientra anche la facilità di pulizia.

Dimensioni

La sedia deve avere anche le giuste dimensioni, ma in questo caso molto dipende anche dalle proporzioni della propria casa. In un ambiente particolarmente piccolo può essere utile scegliere ad esempio sedie pieghevoli o impilabili.

È fondamentale poi valutare l’altezza dello schienale: se questa parte è più alta, la sedia sarà più comoda. Tuttavia, c’è da dire anche che gli schienali bassi sono anche quelli più diffusi sul mercato, dato il loro valore estetico. Pertanto la selezione sarà prettamente personale.

I modelli con braccioli possono essere una buona soluzione solo se si possiede abbastanza spazio. Si tratta, infatti, di strumenti molto comodi che però possono essere anche ingombranti. Gli ultimi modelli solitamente vengono realizzati senza.

Design

Per quanto riguarda il design, la scelta di un modello con un alto valore estetico dipende anche dal budget a disposizione. Infatti, alle sedie più eleganti e di classe è di solito associato un costo maggiore. Tuttavia, è altrettanto vero che si possono ottenere sedie belle anche con un budget economico. In ogni caso, è fondamentale avere ben presente lo stile del resto dell’arredamento.

Tavolo da cucina

Prima di scegliere una sedia per la propria cucina è necessario valutare le dimensioni e le caratteristiche del tavolo. In particolare, per i tavoli tradizionali, cioè quelli realizzati solitamente con un piano molto alto, sono necessarie sedie di grandi dimensioni.

Un tavolo con un altezza di 80 cm dovrà essere necessariamente abbinato ad una sedia di circa 50 cm. I modelli da cucina inoltre non devono mai superare i 90 cm, in modo da rendere più comodi i movimenti quando si è a tavola.

Da evitare assolutamente

Nella scelta di una sedia per la propria abitazione è necessario evitare acquistare modelli troppo pesanti, che possono risultare scomodi nelle operazioni di pulizia. A tal proposito, è sconsigliato comprare anche sedie con colori chiari, che possono rappresentare un problema quando si macchiano.

Sono altrettanto da evitare le sedie con schienale troppo inclinato e, come abbiamo già visto, i modelli con braccioli, poiché possono risultare ingombrante. Tuttavia, in quest’ultimo caso, può essere utile acquistarne uno, magari per posizionarlo a capotavola.