La cappa aspirante è uno degli elementi più importanti della cucina. Dall’aspirazione dei fumi e dei vapori fino all’eliminazione degli odori, questo elettrodomestico ha molteplici funzioni. Tuttavia sul mercato sono disponibili diversi modelli con diverse prestazioni tecniche e può essere difficile per un inesperto capire quale scegliere. 

Ecco perché in seguito andremo a vedere quali elementi prendere in considerazione durante l’acquisto di una cappa aspirante per la cucina.

Potenza e velocità di aspirazione 

Come già accennato poco fa, la funzione primaria di una cappa sta nell’aspirazione. Per questo motivo è importante verificare innanzitutto la potenza e la velocità con cui essa avviene. 

Bisogna sapere che ci sono due tipologie di cappa: la prima è la cappa aspirante, provvista di un sistema che consente di indirizzare i fumi e i vapori all’esterno; la seconda è invece la cappa a ricircolo che filtra l’aria e la reimmette purificata.  

Un buon modello di cappa aspirante permette una diversa regolazione della velocità a seconda dei fumi da aspirare. Per quanto riguarda la potenza, un prodotto efficiente deve garantire un’aspirazione di circa 400mc/h, anche se in questo caso è importante tener conto delle dimensioni della propria cucina. 

Dimensioni

Prima di scegliere una cappa aspirante bisogna conoscere le misure del proprio piano cottura, ma anche la frequenza con cui viene utilizzata la cucina.

Ad ogni modo, la cappa non deve essere mai più piccola del piano. L’altezza varia in base alla lunghezza del condotto di aspirazione, mentre la profondità solitamente varia tra i 35 cm e i 55 cm.

Filtraggio

Bisogna poi verificare il sistema di filtraggio, il quale può essere realizzato in metallo o in materiale sintetico. 

Nel primo caso, il materiale consente di filtrare i fumi e i vapori e prevenire l’accumulo di particelle di grasso nel condotto. I filtri in acrilico servono invece per aspirare i cattivi odori. 

Ecosostenibilità e resistenza

La cappa deve essere realizzata con materiali che, oltre a garantire la massima resistenza, assicurano anche il rispetto dell’ambiente

Tra questi rientra sicuramente l’acciaio inox, un materiale ecosostenibile facile da lavare e resistenti a graffi e danni. 

Silenziosità 

Negli ultimi anni è nettamente migliorata la modalità di realizzazione delle cappe, soprattutto grazie all’adozione di metodi per la riduzione dei rumori. Inoltre le cappe aspiranti rispetto a quelle filtranti sono notoriamente più silenziose.

Un buon modello non dovrebbe mai emettere un rumore superiore ai 55 Decibel. Un metodo per aumentare la silenziosità è l’impiego di tubi in materiali fonoassorbenti e di protezioni insonorizzanti. 

Design

Il design è un elemento che può apparire secondario, ma invece, essendo la cappa un vero e proprio oggetto di arredamento, nella sua scelta vanno presi in considerazione anche gli aspetti estetici.

Il colore di questo elettrodomestico è solitamente bianco, ma in commercio ce ne sono anche di colore nero, adatti soprattutto ad ambienti moderni.