L’antiquariato è qualcosa che riesce ad affascinare ed incantare anche le nuove generazioni: il profumo e lo scricchiolio naturale del legno e le storie che si immaginano convogliate in ogni pezzo, alimentano sempre di più la voglia di riuscire a far collimare il design moderno con quello vintage, a volte diventando anche terreno, però, per clamorosi errori.

Che si erediti un mobile da un parente o che ce se ne innamori passando dinanzi ad una vetrina, è importante ricordare che questo “matrimonio” si può fare… a patto di seguire alcune indicazioni.

Secondo i designer più affermati del mondo, infatti, ci sarebbe una scelta cromatica ben precisa da fare: quella del sale e pepe.

Il bianco e nero che valorizza

Provatevi a figurare davanti un ambiente totalmente moderno, magari una cucina o un salone, con un grande tavolo antico in legno massiccio: delle sedie addirittura futuristiche, dalle forme particolari e rigorosamente in bianco e nero, non darebbero molto più risalto al pezzo forte, sebbene inserito all’interno di un contesto completamente opposto in design?

È proprio su questa evidenza che si fondano i consigli degli esperti, che assicurano che creare questo tipo di contrasto sia il modo migliore per riuscire a far coesistere dei pezzi d’arredamento così diversi senza rinunciare allo stile.

Sulla stessa linea d’onda, ad esempio, si possono scegliere le lenzuola per un letto antico, oppure la vernice o la carta da parati per le pareti dove è appoggiata una credenza o una cassettiera appartenuta ad una nonna; ancora, è possibile giocare con gli opposti dipingendo porte e pareti in modi antitetici (tutte bianche le prime e completamente nere le seconde, o viceversa), creando una dinamicità che favorisca anche “movimento” fra gli stili.

In più, si può giocare con i rivestimenti: l’interno di un segreter o la tappezzeria di un divano, come anche piastrelle, ante di armadi e persino stoviglie della cucina, possono tingersi di sale e pepe, intonandosi, magari, a tendaggi, tappeti o cuscini.

Insomma, scatenare la fantasia è possibile, ma rigorosamente in black&white!